(IN) Netweek

PAVIA

Fa due rapine e torna a casa sua: preso La Polizia ha bussato e gli ha messo le manette ai polsi; il bottino dei «colpi» ammontava a 2.500 euro

Share

Forse, oltre al bottino dei «colpi» appena messi a segno, voleva vincere anche il Premio Genio 2018. Il rapinatore arrestato dalla Polizia lunedì 5 marzo ce l’ha messa tutta: ha svaligiato pistola in pugno un ufficio postale e un supermarket (vicino a dove abita) poi è scappato a piedi e si è infilato nel portone del suo palazzo, rincasando come un lavoratore qualsiasi. Peccato che uno dei clienti del supermarket lo avesse inseguito a distanza per non perderne le tracce. E l’ha visto appunto entrare in casa sua, in via Bona di Savoia. A questo punto è stato sufficiente fare il 113 per indicare poi agli agenti il rifugio del delinquente: «E’ entrato lì». I poliziotti sono saliti, hanno bussato e... il gioco è stato semplice come stringere due manette ai polsi. Gli agenti hanno anche recuperato nella fattispecie la pistola usata per minacciare gli impiegati e l’intera refurtiva (circa 2.500 euro in contanti). Il rapinatore è stato rinchiuso nel carcere di Torre del Gallo a disposizione della magistratura.

Non sono state diffuse le generalità complete dell’arrestato, si sa solo che ha 40 anni ed è italiano. Note invece le modalità con cui ha compiuto i reati. E’ entrato armato nell’ufficio postale e ha minacciato i cassieri: «Fuori i soldi o sparo!» ha urlato più o meno. Ovviamente a nessuno è venuto in mente di fare l’eroe ed è stata immediata la consegna del bottino: 500 euro. Stessa scena all’Eurospin di via Tasso, dove il cash era però più sostanzioso (circa 2.000 euro). Poi l’epilogo, con la fuga e l’arresto.

Leggi tutte le notizie su "Pavia"
Edizione digitale

Autore:bgf

Pubblicato il: 09 Marzo 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.