(IN) Netweek

MILANO

Italia 2030, proposte per lo sviluppo La presentazione del saggio economico

Share

Le conseguenze strutturali della pandemia da Covid-19, l’urgenza di una profonda riforma degli assetti istituzionali e burocratico-amministrativi. La necessità impellente di una strategia sul futuro del Paese e di ripristinare una forma di democrazia negoziale. Queste sono solo alcune delle tematiche trattate all’interno del volume “Italia 2030. Proposte per lo sviluppo”. Il libro è stato realizzato da Assolombarda, su impulso del Presidente di Confindustria Carlo Bonomi, il quale ne ha firmato la prefazione.

Pubblicato dalla casa editrice La Nave di Teseo, il saggio è il risultato di un lavoro corale che si è avvalso del prezioso contributo di undici qualificate figure del mondo dell’economia, della società, della ricerca e dell’accademia. Analizzando i punti di forza e di debolezza del Paese, il volume individua proposte e obiettivi da perseguire per il rilancio italiano da conciliare con una strategia di sviluppo sostenibile sociale e ambientale e non solo economica.

Il libro ha visto la supervisione scientifica di Marcello Messori, Professore di economia europea e banking and financial regulation alla LUISS e Direttore della SEP, che, insieme a Renato Carli, Presidente Gruppo Tecnico Credito e Finanza di Assolombarda, ha coordinato un comitato di garanti composto da Giuliano Amato, Elio Franzini e don Luca Bressan.

«La produzione industriale in Lombardia è crollata del 35% e 45% nei mesi di marzo e aprile, sono numeri forti che però ci devono spingere a ripartire ancora più forte. – ha affermato il Presidente di Assolombarda Alessandro Spada - I prossimi mesi saranno difficili, ma noi con questo libro vogliamo guardare oltre, all’Italia del 2030. Mi auguro che gli spunti offerti dall’operai questo libro servano al nostro governo per impostare una strategia di rilancio ed innovazione di cui il paese ha bisogno». «Con questo progetto vogliamo offrire il nostro apporto progettuale e concreto per individuare interventi di politica economica, industriale e sociale utili a risolvere le debolezze del Paese - ha dichiarato Antonio Calabrò, Vicepresidente di Assolombarda -. Abbiamo la piena consapevolezza che, per migliorare l’Italia, tutti debbano ripensare il proprio ruolo. L’orizzonte strategico: la green economy e l’economia digitale, secondo le stesse indicazioni del Recovery Fund della Ue. Un impegno comune, che metta al centro la dignità della persona il rilancio della produttività, e una strategia di medio-lungo periodo per disegnare l’Italia del 2030».

Leggi tutte le notizie su "Pavia"
Edizione digitale

Autore:mvy

Pubblicato il: 22 Giugno 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.