(IN) Netweek

MILANO

Poste Italiane punta sull’innovazione Siglate partnership strategiche per migliorare l’esperienza del cliente

Share

Poste Italiane punta sull’innovazione, al fine di ampliare la sua offerta ai suoi oltre 35 milioni di clienti nei settori finanziario, assicurativo, dei pagamenti, della telefonia e della logistica. Grazie alla combinazione di sviluppi interni all’azienda e a soluzioni esterne, il Gruppo sta concentrando i suoi sforzi innovativi nei prodotti, nei processi e sull’esperienza del cliente per cogliere, nel modo migliore possibile, le opportunità offerte dalla trasformazione in corso operata dal Piano Deliver 2022.

Matteo Del Fante, Amministratore delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, ha dichiarato: «L'innovazione è indispensabile affinché un'azienda diversificata delle nostre dimensioni rimanga competitiva in un momento in cui i mercati tradizionali stanno per essere rivoluzionati. Possiamo gestire al meglio, d’ora in avanti, le esigenze dei nostri 35 milioni di clienti, attraverso investimenti strategici in infrastrutture fisiche e digitali. Poste Italiane sta collegando le innovazioni prodotte all’interno, come la nostra soluzione di codice QR Postepay, per guidare con successo la transizione in Italia dai pagamenti in contanti a quelli digitali, con partnership con start-up tecnologiche specializzate, rese possibili dalla nostra nuova piattaforma informatica basata sull’Open Innovation. Riscontriamo un'opportunità chiara e attuale di capitalizzare sulla credibilità e sulla comprovata esperienza di Poste nel fornire innovazioni all'intera popolazione, per diventare più centrali nel mondo digitale dei nostri clienti».

PostePay, leader riconosciuto nel settore dei pagamenti con oltre 27 milioni di carte in circolazione e oltre 1 miliardo di transazioni gestite nel 2019 (9M19), ha sviluppato Codice Postepay, un’app basata sul codice QR. Offre un accesso immediato agli oltre cinque milioni di clienti che utilizzano attivamente l'app Postepay per i pagamenti e agli esercenti una serie di funzioni tra cui la geo-localizzazione, l'integrazione nei programmi di fidelizzazione e di engagement di Postepay, inclusi sconti e programmi cash back, nonché trasferimenti di denaro su qualsiasi conto bancario.

Marco Siracusano Amministratore Delegato di PostePay SpA, ha dichiarato: «Postepay ha identificato l'opportunità di proporre un'offerta di acquiring completamente digitale, utilizzando i codici QR, e contribuirà ad accelerare la trasformazione dell'Italia dall’utilizzo dei contanti nei pagamenti a soluzioni digitali, utilizzando una tecnologia molto nota nei principali mercati asiatici».

Poste Italiane sta progressivamente modernizzando la sua infrastruttura IT, investendo in modo strategico 2,8 miliardi di euro nel Piano Deliver 2022, in settori quali le piattaforme cloud, la gestione dei dati e delle API (Application Programming Interface). Poste Italiane è ora in grado di prendere decisioni aziendali basate su elaborazioni in tempo reale e ha creato un ambiente sicuro di "Open Innovation", in cui i partner specializzati possono essere integrati per dispiegare rapidamente nuovi servizi a valore aggiunto. Poste Italiane ha finalizzato degli accordi di collaborazione con aziende innovative italiane e internazionali nei settori della logistica, della consegna dell'ultimo miglio, nei servizi finanziari e nei pagamenti, con un impegno di investimento attuale e futuro pari a un totale di 200 milioni di euro. Nel 2019 il Gruppo ha stretto una partnership con sennder, che utilizza la tecnologia per massimizzare la saturazione e la flessibilità nel trasporto stradale a lungo raggio. Poste Italiane ha anche lavorato insieme a Milkman, una start-up per la consegna a domicilio che sta aiutando il Gruppo a migliorare l'esperienza del cliente e-commerce, fornendo opzioni di consegna più convenienti e un migliore processo di pagamento.

L’accordo con Moneyfarm prevede che Poste Italiane distribuisca ai suoi clienti PosteMoney Investimenti, un servizio digitale che offre una gestione patrimoniale in ETF con 7 linee di investimento (due delle quali sviluppate esclusivamente per i clienti di Poste Italiane).

Tink supporta Poste Italiane con opportunità provenienti dall’open banking, derivanti da un contesto in continua evoluzione determinato dalla nuova regolamentazione PSD2. Il Gruppo sta facendo leva sul suo status di brand riconosciuto, combinato con gli strumenti analitici di Tink per beneficiare di un futuro che sarà digitale, “data-driven”, trasparente e “agnostico” rispetto al mondo bancario.

Leggi tutte le notizie su "Pavia"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 03 Febbraio 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.