(IN) Netweek

PAVIA

Dopo l’incendio al sito Eredi Berté il prefetto avvia «controlli speditivi»

Share

A seguito dell’incendio del sito di stoccaggio di rifiuti speciali «Eredi Bertè» di Mortara, il Prefetto Attilio Visconti ha avviato il progetto «Controlli speditivi».

Si tratta di controlli, dei siti autorizzati di stoccaggio dei rifiuti, di natura «speditiva», di ausilio agli accertamenti che già per legge vengono da sempre svolti dagli Enti competenti.

La nuova formula organizzativa, ideata per la realizzazione di tale progetto, consentendo il superamento dei limiti imposti dall’annoso problema della carenza di organici e di risorse, ha determinato l’importante risultato conseguito, dal punto di vista del numero e della qualità, delle verifiche operate.

La novità consiste nella formazione di un gruppo di lavoro, costituito e coordinato dalla Prefettura, composto da: personale dell’Arpa, della Provincia, dei Vigili del Fuoco e dell'Arma dei Carabinieri, le cui attività sono programmate sulla base di un monte ore aggiuntivo, dedicato espressamente ai controlli, messo a disposizione da ciascun Ente.

Sembrava un esperimento destinato a naufragare, di fronte alla eterogenia ed ai possibili individualismi del personale preposto, viceversa ha avuto un grande successo dal punto di vista dell’afflato partecipativo e dei risultati conseguiti.

Per la programmazione degli interventi, il monitoraggio dei siti autorizzati nonché l’elaborazione dei dati per l’individuazione delle caratteristiche principali del fenomeno, è stato, altresì, costituito in Prefettura, il “Nucleo Ambiente”.

Leggi tutte le notizie su "Pavia"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 09 Febbraio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.