(IN) Netweek

PAVIA

Privacy e Protezione Dati, ecco un convegno per saperne di più e adeguarsi alle direttive UE

Share

Privacy, Protezione Dati e istituzione della figura del DPO, (Data Protection Officer): imprese, professionisti, organizzazioni pubbliche e private non potranno derogare oltre il 25 maggio 2018 per conformarsi alle nuove modalità di gestione e trattamento dei dati personali imposte dal Regolamento europeo 679 del 2016. Per capire come applicare concretamente le nuove regole sulla privacy, Fondazione Le Vele organizza per il giorno 11 maggio dalle 10.00 alle 13.00 presso l’Auditorium San Siro in Via Lungo Ticino Sforza 56 un convegno con esperti e professionisti di settore.

Istruzioni, consigli e modulistica per adeguarsi; capire quali soggetti devono essere nominati e quali i loro compiti; come fare per nominare il responsabile DPO; come predisporre il nuovo Registro delle attività di trattamento dei dati sensibili; conoscere gli obblighi e i rischi delle aziende e le sanzioni in caso di violazione della privacy: tutto ciò sarà oggetto e tema di approfondimento dell’incontro.

Interverranno al convegno:

Nadir Tedeschi

presidente Fondazione Le Vele

Marco Salvadeo

Vice Presidente Confindustria Pavia

Fabio Zambianchi

Responsabile Infrastrutture ed Esperto Protezione Dati della Fondazione Le Vele

Pietro Previtali

Presidente Centro Interdipartimentale di organizzazione e governance delle P.A. dell’Università degli Studi di Pavia

Milena D’Imperio

Vice Presidente e Consigliere all’Innovazione della Provincia di Pavia e Dirigente CA Technologies

Luca Formenti

Sales Director di Eleva

Adriano Nigi

Presidente sezione Industria creativa e culturale di Confindustria Pavia

Oscar Pinna

Avvocato Giuslavorista esperto Protezione Dati dipendenti

Maurizio Niutta (foto)

Direttore Generale ASP di Pavia

Giancarlo Albini

Manager di aziende ICT

«L’evento vuole essere un’importante occasione di aggiornamento in materia di trattamento dei dati rivolta a imprese e professionisti che dovranno adeguarsi al nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR)» ha dichiarato il Direttore Generale della Fondazione Le Vele, Livia Andolfi «Noi come Fondazione Le Vele siamo stati tra i primi ad affrontare la questione ed oggi siamo in grado di fornire consulenza per l’adeguamento alla normativa e per la nomina delle figure previste dalla legge europea».

La UE ha concesso due anni di tempo per adeguarsi alle prassi richieste dal nuovo regolamento, ed ora enti ed aziende si stanno organizzando per intraprendere le misure idonee. Anche in considerazione del fatto che sono previste sanzioni disciplinari importanti in caso di mancato adeguamento.

«Il Data Protection Officer è una figura obbligatoria introdotta dalla UE per tutti gli organismi che maneggiano dati sensibili di utenti o clienti” ha chiuso il Presidente della Fondazione Le Vele, Nadir Tedeschi “Si tratta di figura da inserire in diverse tipologie di contesti aziendali ed enti pubblici e organizzazioni private per cui non esiste albo o definizione professionale. Per questo ci siamo attivati sia per garantire internamente la sicurezza delle migliaia di utenti dei nostri servizi sia per offrire alle aziende l’opportunità di ottemperare agli obblighi di legge».

Leggi tutte le notizie su "Pavia"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 11 Maggio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.