(IN) Netweek

PAVIA

Riso pavese premiato per l’innovazione Grazie a questa iniziativa i consumatori possono contare su un prodotto certificato dal seme al piatto

Share

«E’ un progetto nato da poco ma speriamo di portarlo avanti a lungo e di farlo crescere ancora, insieme a tutti gli altri produttori che vi aderiscono». Con queste parole Elisabetta Basana, dell’azienda agricola Casarotti Pietro di Vigevano (PV), ha ritirato la menzione speciale assegnata al Progetto «Carnaroli da Carnaroli Pavese» nell’ambito dei premi all’innovazione in agricoltura assegnati da Coldiretti Lombardia. «Il progetto Carnaroli da Carnaroli Pavese garantisce ai consumatori che il riso che portano in tavola è certificato dal seme al piatto da un ente esterno e indipendente», ha spiegato Basana ritirando la menzione speciale a nome di tutte le aziende che aderiscono al Progetto, sviluppato dalla Camera di Commercio di Pavia su proposta di Coldiretti Pavia. La cerimonia di consegna dei premi, tenutasi il 24 luglio a Palazzo Reale a Milano, ha visto anche la presenza di una importante delegazione pavese, guidata dal Direttore di Coldiretti Pavia Rodolfo Mazzucotelli, in rappresentanza dei progetti presentati per il premio innovazione, giunto quest’anno all’undicesima edizione.

Prima della consegna dei premi si è svolta la tavola rotonda dal titolo «cibo 4.0: il futuro nelle mani dei giovani agricoltori», moderata dal delegato regionale di Coldiretti Giovani Impresa Carlo Maria Recchia alla presenza di Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, al cibo e ai sistemi verdi di Regione Lombardia, della psicologa Marta Sconci, la food writer Vatinee Riva Suvimol e Gabriele Ancona, Vicedirettore di Italia a Tavola.

Le aziende agricole premiate quest’anno per l’innovazione in Lombardia sono: Ettore Toso dell’Azienda agricola Mulino Tibis di Rodero (Como) per la categoria Impresa 3.Terra; Giovanni Mazzucotelli del vivaio Res Naturae di Introbio (Lecco) per la categoria Creatività; Davide Lazzari della società agricola Lazzari di Capriano del Colle (Brescia) per la categoria Sostenibilità; Davide Nava dell’azienda agricola Nava di Roncello (Monza Brianza) per la categoria Campagna Amica; Enrico Montonati dell’azienda agricola A poc a poc di Vergiate (Varese) per la categoria Fare Rete; Enrico Gotti della Oikos Cooperativa Sociale di Villa d’Almè (Bergamo) per la categoria Noi per il sociale. Una menzione speciale è stata data, oltre che ad Elisabetta Besana dell’azienda agricola Casarotti Pietro di Vigevano (PV), anche a Ilaria Cattaneo di Sondrio, Alice Perini di Mantova e a Lorenzo Cavalli di Cremona.

Leggi tutte le notizie su "Pavia"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 27 Luglio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.