(IN) Netweek

MILANO

L’Università di Milano-Bicocca premia i Giovani Talenti della ricerca del futuro

Share

Dall’applicazione dell’intelligenza artificiale all’economia del mercato del lavoro, dalle nuove frontiere della ricerca sulle cellule tumorali fino agli studi sull’intenzionalità delle azioni.

Sono solo alcuni esempi delle ricerche a cui verrà assegnato il Premio Giovani Talenti, riconoscimento istituito da Milano-Bicocca con il patrocinio dell’Accademia Nazionale dei Lincei per premiare l’innovazione che cambierà il futuro.

Martedì 17 dicembre 2019, in Aula Magna, in occasione della cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico, verranno premiati i talenti 2019. Il riconoscimento viene assegnato ad assegnisti di ricerca, ricercatori di ruolo e a tempo determinato under36 per la loro produzione scientifica originale e innovativa.

Quest’anno sono state 108 le candidature pervenute, sette le macro-aree disciplinari, 28 gli assegnisti premiati che riceveranno un diploma e un finanziamento alle loro attività di ricerca (5mila euro al primo premio, 2mila euro al secondo premio, e mille euro ciascuno ai due terzi premi).

A premiare i vincitori, presentatati dal professor Gianfranco Pacchioni, ordinario di Chimica generale e inorganica di Milano-Bicocca e membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei, saranno la rettrice Giovanna Iannantuoni insieme al professor Sergio Carrà, ordinario di Chimica Fisica del Politecnico di Milano in rappresentanza dell’Accademia.

La cerimonia avverrà alla presenza di Anne-Marie Slaughter, ospite d’eccezione di Milano-Bicocca, professoressa di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla Princeton University e che è stata prima donna a capo del “Policy Planning” del Dipartimento di Stato americano.

Leggi tutte le notizie su "Pavia"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 02 Dicembre 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.