(IN) Netweek

MILANO

Cittadini connessi: WiFi ai Comuni con il sostegno dell’Ue

Share

Sono 510 i Comuni italiani che potranno realizzare delle reti WiFi negli spazi pubblici grazie al sostegno dell’Unione europea. Spagna, Italia e Germania sono i Paesi che hanno ottenuto il numero massimo di buoni disponibili per un singolo Stato membro. I candidati proveniente da questi Paesi si sono dimostrati molto ricettivi, con quasi il 98% dei voucher disponibili rivendicati nei primi 60 secondi del lancio della chiamata.

Ai Comuni italiani vincitori del secondo bando europeo WiFi4EU, chiuso agli inizi di aprile, si aggiungono gli altri 224 che si sono aggiudicati la prima tornata. A tutti i Comuni vincitori verranno destinati dei buoni del valore di 15mila euro ciascuno, da utilizzare per installare hotspot WiFi in luoghi pubblici come municipi, biblioteche, musei, piazze e parchi pubblici. Dopo una rapida registrazione, l’accesso alla rete WiFi sarà gratuito e le credenziali d’accesso saranno valide in tutti i comuni europei che hanno aderito a questa iniziativa.

La commissaria Ue al digitale, Mariya Gabriel, ha espresso soddisfazione per il successo dell’iniziativa, che ha registrato oltre 10mila candidature. A breve verranno lanciati altri due bandi WiFi4EU: uno entro quest’anno e l’altro nel corso del 2020. In palio circa 9mila buoni. «Continueremo ad aiutare i cittadini europei a rimanere connessi, consentendo loro di beneficiare dei vantaggi del mercato unico digitale», ha aggiunto la commissaria Gabriel.

Leggi tutte le notizie su "Pavia"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 20 Maggio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.