(IN) Netweek

MILANO

Un miliardo di euro per lo sviluppo della Lombardia Il vicepresidente Sala: «Facciamo fruttare al meglio competenze e capacità di innovazione attraverso il nostro sistema produttivo»

Share

Regione Lombardia investe sulla crescita e lo fa partendo dai fondi europei dedicati agli investimenti per il valore di 1 miliardo di euro. Come dimostra il Por (Programma Operativo Regionale) Fesr (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2014-2020.

Un connubio, tra Regione ed Europa, che continua a rivolgere le sue risorse a oltre 15mila progetti, con quasi 16mila imprese beneficiarie e 121 start up, moltissime imprese che cooperano con organismi di ricerca (45), alla riqualificazione di alloggi e a un risparmio notevole in campo energetico per ciò che attiene agli edifici pubblici.

Nel corso del suo intervento di illustrazione dei prossimi progetti nell'ambito di Por Fesr, il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore a Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese, Fabrizio Sala, ha sottolineato i punti di forza della nostra Regione: «Come Regione spendiamo in fondi europei più di quanto abbiamo a disposizione e questo perché facciamo fruttare al meglio le nostre competenze e la nostra capacità di innovazione e ricerca attraverso il nostro sistema produttivo».

Sono quattro gli assi su cui il progetto sta producendo i suoi effetti. Il primo vede destinare 350 milioni di euro in ricerca, sviluppo e innovazione. Il secondo riguarda invece le tecnologie applicate al campo dell'informazione e della comunicazione per una dotazione di 20 milioni di euro, con molti dei risultati già visibili in moltissimi comuni lombardi coinvolti in Open Fiber. Il progetto guarda anche alle piccole-medie imprese.

Quasi 300 milioni di euro, poi, sono rivolti proprio alla nascita di piccole e medie imprese, dove il bando “Intraprendo” rappresenta il fiore all'occhiello; ma sono destinati anche allo sviluppo, con misure come le Agevolazioni Lombarde per la Valorizzazione degli Investimenti Aziendali, Attrattori, Turismo e Attrattività, e all'internazionalizzazione.

Circa 195 milioni di euro vanno poi a sostegno della riduzione di Co2, con interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici e risposte in tema di mobilità.

Sviluppo urbano sostenibile e aree interne sono altri ambiti che il progetto tocca. Con sostegno agli interventi diretti a riqualificare quartieri di edilizia residenziale pubblica nell’area metropolitana milanese, quindi con interventi di natura infrastrutturale e sociale su due aree (il quartiere milanese di Lorenteggio e il Comune di Bollate) nel primo caso, e con interventi a sostegno della Strategia Nazionale Aree Interne dedicata ai territori soggetti a crisi demografica, isolamento geografico e carenze nei servizi essenziali di cittadinanza (sanità, mobilità, istruzione) nel secondo. E qui le aree interessate sono: Valchiavenna, Alta Valtellina, Appennino Lombardo, I'Oltrepo Pavese, Valli del Lario e Alto Lago di Como.

Grazie al connubio tra il Programma Operativo Regionale e il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale per gli anni 2014-2020 Regione Lombardia aprirà nuovi bandi dedicati a Enti e imprese. Fiore all'occhiello dei bandi venturi resta “Intraprendo”, che per la seconda volta punta a creare nuove start up.

Anche lo sviluppo nella direzione del turismo, con l’apertura di bandi quali “Turismo e Attrattività e Attrattori”, avrà la sua parte. Un’edizione particolare di Turismo e Attrattività riguarderà questa volta le Valli del Lario e l'Oltrepò Pavese.

Per far sì che le imprese lombarde restino al passo con il resto del mondo, troviamo una duplice versione di Internazionalizzazione, Fondo e Voucher. Regione proporrà di nuovo due Call Hub sulla Ricerca, una delle quali incentrata sulle aree interne.

Spazio anche a moda e design con Fashiontech. Torna anche la buona pratica di "Innodriver", a supporto delle imprese nell'acquisizione e nello sviluppo di servizi avanzati di innovazione tecnologica e nei processi di brevettazione. Infine Frim Fesr si rinnova ma con lo stesso obiettivo: rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione.

Leggi tutte le notizie su "Pavia"
Edizione digitale

Autore:fmh

Pubblicato il: 07 Gennaio 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.